domenica 6 dicembre 2009

A.B.

CIao Alex,non hai ancora capito quanto" MI piaci"!Quindi non essere "Gelido" con me:-).
Io sono"Una su un milione",e sono pazza di te...spero di incontrarti in una"Notte di mezza estate",per fare una"Vasca"con te.Sai,si vive"Solo una volta...",quindi non perdere questa occasione.
Voglio stare "Solo con te"..."Tutta la vita"!Finalmente"Oggi sono io",e parlandoti con il cuore in mano ti dico:Alex,sono stufa di prendere 7000 caffè:-).
Simona L.

domenica 18 ottobre 2009

Tipologia B

Sviluppa l'argomento scelto in forma di saggio breve utilizzando i documenti e i dati che lo corredano.Interpreta e confronta i documenti e i dati forniti e svolgi su questa base la tua trattazione,anche con opportuni riferimenti alle tue conoscenze ed esperienze di studio.
Dà al saggio un titolo coerente.No
Non superare le quattro o cinque colonne di metà del foglio protocollo.
1.AMBITO ARTISTICO-LETTERARIO
ARGOMENTO: L'amicizia,tema di riflessione e motivo di ispirazione poetica nella letteratura e nell'arte.
DOCUMENTI
Tutti sanno che la vita non è vita senza
amicizia, se, almeno in parte, si vuole vivere
da uomini liberi. [.] Allora è vero quanto
ripeteva, se non erro, Architta di Taranto [.]
.Se un uomo salisse in cielo e contemplasse
la natura dell'universo e la bellezza degli
astri, la meraviglia di tale visione non
gli darebbe la gioia più intensa, come dovrebbe,
ma quasi un dispiacere, perché non avrebbe
nessuno a cui comunicarla.. Così la natura
non ama affatto l'isolamento e cerca sempre
di appoggiarsi, per così dire, a un sostegno,
che è tanto più dolce quanto più è caro l'amico.
CICERONE, De amicitia



Guido, i' vorrei che tu e Lapo ed io
fossimo presi per incantamento
e messi in un vasel, ch'ad ogni vento
per mare andasse al voler nostro e mio;
sì che fortuna od altro tempo rio
non ci potesse dare impedimento,
anzi, vivendo sempre in un talento,
di stare insieme crescesse 'l disio.
E monna Vanna e monna Lagia poi
con quella ch'è sul numer de le trenta
con noi ponesse il buono incantatore:
e quivi ragionar sempre d'amore,
e ciascuna di lor fosse contenta,
sì come i' credo che saremmo noi.
DANTE ALIGHIERI, Le Rime


"Cerco degli amici.Che cosa vuol dire addomesticare>?
E' una cosa da molto dimenticata.Vuol dire "..."Creare dei legami?""Certo",disse la volpe.
Tu fino ad ora,per me,non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini.E non ho bisogno di te.Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi...Ma se tu mi addomestichi,la mia vita sarà come illuminata.
Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri.Gli altri passi mi fanno nascondere sotto terra.Il tuo,mi farà uscire dalla tana,come una musica.E poi,guarda!Vedi,laggiù in fondo,dei campi di grano?Io non mangio il pane e il grano,per me è inutile.I campi di grano non mi ricordano nulla.E questo è triste!Ma tu hai dei capelli color dell'oro.Allora sarà meraviglioso quando mi avrai addomesticato.Il grano,che è dorato,mi farà pensare a te.
E amerò il rumore del vento nel grano".
A.de SAINT EXUPERY,Il piccolo principe,1943




"Non ricordo esattamente quando decisi che Konradin avrebbe dovuto diventare mio amico, ma non ebbi dubbi sul fatto che, prima o poi, lo sarebbe diventato. Fino al giorno del suo arrivo io non avevo avuto amici. Nella mia classe non c'era nessuno che avrebbe potuto rispondere all'idea romantica che avevo dell amicizia, nessuno che ammirassi davvero o che fosse in grado di comprendere il mio bosogno di fiducia, di lealtà e di abnegazione, nessuno per cui avrei dato volentieri la vita. Ho esitato un po' prima di scrivere che "avrei dato volentieri la vita per un amico", ma anche ora, a trent'anni di distanza, sono convinto che non si trattasse di un esagerazione e che non solo sarei stato pronto a morire per un amico, ma l'avrei fatto quasi con gioia."
F.UHLMAN,L'aamico ritrovato,1971

giovedì 14 maggio 2009

?

Voglio te come uomo...come carattere e come persona...non vedo l'ora...
saranno dei giorni incredibilmente belli...in cui accarezzeremo il cielo e avremo degli attimi di paradiso in terra.Qui tra le cose meno belle ci saremo noi...qualcosa che fa parte di un altro mondo.
Ti amo!

domenica 10 maggio 2009

Le mie poesie:Storia di una lacrima

Proseguendo verso il mio cammino,
mi fermo in un punto senza fine.
Son rimasta immobile ad osservare i suoi occhi,
perchè si creava una lacrima triste e calda.
La lacrima apparteneva agli occhi di questa donna.
Una donna piena di paura,di insicurezza,di un amore negato,
di un'incomprensione mai avuta prima.
La lacrima,non la lasciava un istante,trasparente agli occhi
apparse con tanta forza...mi avvicinai a lei e le dissi:"piccola donna
perchè piangi?perchè soffri?",ma lei incurante di ciò continuò a
piangere senza tregua.
Oh cara dolce lacrima sta lontana da quella donna,perchè da oggi
non deve più piangere e soffrire.
Così scivolando da quel dolce viso,sorvolò,nel cielo e nel mare,
un sole,nel sole più alto,si sciolse tra le onde del mare.
Ora sorridi piccola donna,non hai più ragione di piangere,
perchè quella lacrima,con la sua vanità è svanita nel nulla.
Lepore Simona

giovedì 16 aprile 2009

Grazie d'esistere!

Manè...mi accompagni ad internet cafè ti prego,così mi aiuti a trovare qualcosa su Alex visto che sei bravissimo al computer?certo Simo!wauuuu grazie sei un tesoro.Fra le sue immagini una scritta importantissima si fa avanti ai miei occhi:TOUR 2008 Alex Britti, wauuuuuuuuuuuuuuuuuuu...finalmente lo posso vedere.Comincio da quel giorno i preparativi per il viaggio, voglio andare a Genova per il concerto dell'otto marzo,ma è un pò difficile,allora scelgo il 10 marzo a Bologna.MI organizzo per bene e parto per Milano ospite da Manè e proprio con lui vado a Bologna per il mio primissimo concerto di Alex, che bello!!!Arriva il grande giorno si parte da Milano con la macchina di Manè,si arriva a Bologna qualche ora prima del concerto,nell'attesa facciamo un piccolo giro per la città,poi arriva il momento di entrare,mamma non vedo l'ora, non ce la faccio più ad aspettare.Sono troppo tesa,mi devo calmare un pò...ma come faccio?lo sto per vedere per la prima volta cavolo,come faccio?Entriamo in teatro che bello tutto rosso,i nostri posti ottimi,prima fila wauuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu,grazie Manè per questo enorme regalo sei un vero amico.Si abbassano le luci,si aprono le tende si intravedono i musicisti e gli strumenti...bellissima scenografia identica a quella registrata per il cd di Mtv unplugged.Il concerto ha inizio,Alex è proprio di fronte a me,seduto sul suo sgabello,ma è tutto buio,suona e canta al buio,vi prego accendete le luci,lo voglio vedere.Le luci si accendono,eccoti sei bellissimo è più forte di me sono emozionata mi viene da piangere per la felicità ma mi devo calmare.Ti guardo fissa,non riesco a guardare altro e canto con te tutte le tue bellissime canzoni, seguo con te tutti i tuoi ritmi che conosco benissimo.Che bel concerto,sei bravissimo il tuo assolo di chitarra che introduce 7000 caffè ha lasciato le persone a bocca aperta!!!ultima canzone la vasca,...io non faccio bis dici a noi pubblico,a me non piace il bis, ma vi va di alzarci tutti in piedi??? ecco che a queste parole tutti scattano in piedi si avvicinano al palco,io per fortuna sono già li vicino,che bello tutti si divertono con la vasca...é finita la canzone,ci guardi e ci saluti ringraziandoci,ma io sono pronta a darti il mio regalo:ho comprato una rosa rossa per te Alex,non l'ho lasciata per un secondo durante tutto il concerto,ora è il momento giusto di dartela,prima che vai via alzo in alto la rosa e tu la vedi,posi per un attimo la tua chitarra e ti avvicini a me,ti inginocchi sul palco,prendi la rosa e mi ringrazi baciandomi sulle guance.Non ci posso credere ti abbraccio per pochi secondi e mi perdo non capisco più niente non uscono parole dalla mia bocca,oh Alex non sai quanto sei importante per me!Mi lasci,devi andare,quando ti rivedrò? leggerai il mio biglietto?aspetto per vedere se qualcuno mi fa entrare dietro le quinte, ma nessuno mi da retta.E' impossibile entrare per me,non conosco nessuno,vi prego fatemi entrare vengo dala puglia,vi prego...niente non c'è niente da fare.Si ritorna a casa felice e triste allo stesso tempo,perchè ad un tratto davanti a me passa una ragazza con in mano la tua rosa,la raggiungo la chiamo e le chiedo: come fai ad avere questa rosa?Alex me l'ha data,posso prendere il mio biglietto per favore ?perchè la rosa l'ho data io ad Alex...prego!grazie.Ma secondo te Alex ha letto il mio biglietto?...mi guarda e si mette a ridere...ma per favore, mi risponde sai quanto se ne frega Alex.Che cretina che sei !sei solo una cretina!questo è quello che penso di te...non conosci Alex altrimenti mai e poi mai avresti risposto così,cretina!!!!!!!Andiamo via Manè,si,ok.No,pure tu ti ci metti,perchè mi devi dire queste cose?ma io l'ho faccio perchè ti voglio bene,oggi lo hai visto Alex, ma hai anche visto che non da retta a nessuno figuriamoci a te,svegliati Simò,sei grande hai 34 anni non puoi vivere di sogni,perchè sono solo sogni!credimi non lo conoscerai mai!è irraggiungibile per te specialmente.Manè puoi dire quello che vuoi ma io non mi fermo qui, non mi fermerò mai, lo devo conoscere,altrimenti sto male tu e nessun'altro può capire quello che sento per lui.Si,lo so non sono una bambina,ma è proprio per questo che non mollo,perchè io non mi ritengo solo una fan, ma molto di più capisci?io provo qualcosa di forte per lui.io sono pronta a dare la mia vita per salvare la sua,senza pensarci un secondo!tu sei pazza!poi ti metti a cantare e ridere sotto i baffi,ma non fa niente...tutto ciò non mi tocca più di tanto.Si ritorna giù a Gallipoli,ma il 27 risaliamo insieme,partiamo direttamente con la macchina da Gallipoli per Milano,un bel viaggio,mi è piaciuto.Il 28 marzo altro concerto di Alex stavolta a Milano,che bello.Anche stavolta mi regali i biglietti e sempre fra le prime file,di nuovo grazie Manè,TvB!!!ormai il concerto lo sappiamo a memoria,ma è sempre bello rivederlo...Ultima canzone,sempre lei la vasca,sempre tutti in piedi a cantare e saltare insieme a te.Tocca di nuovo a me, ripeto la stessa scena con la rosa(stavolta lunghissima la rosa)tu ti avvicini di nuovo a me,la prendi ma non ti inginocchi stavolta e non mi baci,ma ti fermi per qualche secondo sul Palco,mi guardi e mi mandi un bacio volante...wauuuuuuuuuu grazie,grazie,grazie!Questa volta forse ce la faccio a conoscerti,forse mi fanno entrare, mi dicono solo di aspettare il mio turno,ed io aspetto insieme ad altre ragazze e ragazzi.Una ragazza romana si avvicina a me e mi chiede di dove sono.Sono di Gallipoli,giù nel salento in puglia,conosci?si,si,madò ma hai fatto tutto sto viaggio per vedere Alex???certo!!!ma è fidanzato lo sai???fidfanzato???no,ma che dici e con chi???con Chiara Tortorella,non lo sapevi?è qui sta con lui ora.NO, non lo sapevo e non la conosco nemmeno.Che brutta notizia mi da questa,non poteva farsi i fatti suoi uffa.Apetto,aspetto e aspetto,ma niente non mi fanno ancora entrare anzi mi fanno uscire fuori al freddo ad aspettare.Manè ha fame e anch'io,ma non posso andarmene proprio ora,non posso,uscirà fra poco,lo aspetto.Arrivano due ragazzi dall'altra uscita del teatro,li sento parlare con altre persone e capisco che Alex non c'è più.E'uscito dall'altra porta,non ci posso credere ,non è giusto..andiamo via Manè.Tu ancora di più ti convinci di quanto tempo io stia perdendo inutilmente...e io ci sto male,tanto male!Voglio andare a Torino Manè,ma non ci riesco no non ce la faccio per Torino l'hotel è troppo lontano dal palco da sola ho paura,no, non ci vado...dai torno a casa(Gallipoli).
Sono tornata a casa,sono triste ma non mi arrendo,infatti che bello il 12 luglio ci sarà un altro concerto dell'amore mio,io ci vado è logica la cosa.Riparto per Milano sempre ospite da Manè,il 12 luglio mi sveglio prestissimo e Manè mi accompagna a prendere l'autobus per Riva Del Garda.Sono sull'autobus,si parte,è pieno di persone, accanto a me siede una vecchietta simpaticissima che, non vuole credere che io ho 34 anni,infatti per lei l'età che dimostro è quella di una diciottenne...ahahahahh il colmo,me li porto proprio bene che dire :-)...Mamma non posso credere a quello che vedono i miei occhi..wau che spettacolo!è la prima volta che vedo un lago in vita mia,ma mai e poi mai avrei immaginato fosse così grande,che bello che è.Grazie Alex!grazie a te sto vedendo questi posti stupendi.Ah che bello sono a Salò dove Benito Mussolini(il duce)fondò il suo nuovo stato fascista:la Repubblica di Salò.
Arrivo a Riva verso le 12,il mio hotel è vicinissimo al palco,che meraviglia,vedo i tecnici che lo stanno ancora montando.Entro in hotel,salgo in camera,mollo tutto e scendo di corsa a dare un occhiata al palco,è ora di pranzo mi siedo al tavolo di un ristorante situato proprio di fronte al palco,comincio ad ordinare e mangio.Tutto buono,un pò costoso ma non fa niente.Rimango seduta un altro pò e guarda caso chi si viene a sedere accanto a me?tutti i tecnici del palco(wauuuuuuuuuuuuuuu),uno di loro chiede:ma la signorinA è con noi?un altro risponde no era già li seduta.Ecco e il mio momento colgo la palla al balzo,tocca a me.Salve,no non sono con voi(mi invitano a pranzo)grazie ho appena finito di pranzare,ma se proprio volete fare qualcosa per me potete farla...cosa?fatemi conoscere Alex Britti...SEi qui per Alex?certo e sapete da dove vengo?da dove?da Gallipoli giù in puglia,conoscete?certo e tu sei venuta fin qui per Alex?e si solo per lui!quanti anni hai?34...e a 34 anni fai queste cose?perchè no scusate?ok,ok..va bene ti aiutiamo noi,stasera conoscerai Alex!wau davvero?no,no,devo esserne sicura lasciatemi un vostro numero di cellulare,ok(uno di loro mi lascia il numero).Vai a riposarti tanto verso le cinque Alex verrà a fare le prove ok?ok,ciao a tutti.Vado mi diriggo verso l'hotel,ma non riesco a dormire,come faccio sono troppo tesa,mi faccio la doccia mi preparo per bene e aspetto che mi chiamino,ma niente non mi chiama nessuno eppure sono già le cinque,mbò.Ad un tratto sento della musica apro la finestra e sento le sue canzoni,madò penso e lui e nessuno mi ha avvisata,scendo di corsa,e il tecnico che aveva preso il mio numero mi vede,mi chiama e mi dice di non preoccuparmi che Alex non c'era,che a fare le prove erano i musicisti e le coriste.OK capisco,mi avvicino e li guardo,poi vado a sedermi al ristorante(stavolta senza mangiare)e continuo a guardarli.Le prove finiscono e due musicisti,cioè Luca il percussionista e Stefano il tastierista scendono dal palco e si diriggono verso una gelateria.Simona tocca a te mi dico da sola,alzati e fatti coraggio vai da loro..ok, ci vado entro in gelateria e mi presento:ciao mi chiamo Simona vi ho visti a due concerti siete bravissimi!tu Luca con quelle mani sei uno spettacolo anche tu Stefano con la tastiera sei bravissimo!grazie!sapete io sono qui per Alex vengo dalla puglia apposta per lui,davvero?si mi aiutate a conoscerlo per favore?si,ok,va bene,tu fatti trovare dietro le quinte stasera che conoscerai Alex.Wauuuuuuuuuuuu,ok grazie ho anche portato due pensierini per lui..ok,allora a dopo ciao.
Non salgo più in hotel aspetto Alex,ma non lo vedo mi sa che verrà molto tardi,ma aspetto lo stesso vicino al palco e chi si muove oggi,no,sta piovendo che schifo,non è giusto,vabbè vado a comprare un ombrello(fucsia che bello).
Si è fatto buio,il palco è tutto pronto i tecnici hanno fame ritornano a mangiare in quel ristorante mi chiedono di cenare con loro e io stavolta accetto,anche se non ho molta fame ,perchè mi si è chiuso lo stomaco per l'ansia,comunque prendo un insalata verde.Mentre stiamo ancora mangiando sentiamo gente che grida,persone che dai tavoli messi all'aperto si spostavano all'interno del ristorante...motivo?una tromba d'aria,mamma mia pioggia vento sta buttando tutto all'aria.I tecnici corrono dietro il palco e mi portano con loro,ma chi vedo,non ci posso credere è Alex,vai da lui mi dice uno di loro,vai,ok,ci vado.Ciao..piacere mi chiamo Simona(Alex stava parlando con una persona io l'ho interrotto)mi guarda(mamma i suoi occhi guardano i miei,sto male!) un pò come pe dire e che vuole questa,io capisco subito che ho interrotto qualcosa allora gli dico:sai io vengo dalla puglia e lui:sei qui in vacanza?no,sono qui per te!a queste parole il suo sguardo cambia,ma non faccio in tempo a dire altro che di colpo,così in un attimo arriva uno prende Alex per braccio e grida :Alex andiamo corri sta per arrivare un'altra tromba d'aria..Alex va via,va dentro il camerino.Io rimango li,l'acqua mi arriva fino alle ginocchia,i miei stivaletti(estivi)tutti bagnati,i miei pantaloni erano diventati shorts,tutti si erano messi al riparo,Luca e Stefano si erano riparati nella macchina e da lì guardavano me..che figura :-(...Il vento si calma la pioggia anche,Luca e stefano si avvicinano a me,e Luca mi dice:ho visto che parlavi con Alex ci sei riuscita hai visto..ma che... dico io..sul più bello me l'hanno portato via,ma i regali sei riuscita a darglieli?no!allora dalli a me,ok?si,ok grazie,allora a te Luca dò il regalino a te Stefano dò la lettera...grazie mille ragazzi siete gentilissimi,di niente ci dispiace solo che il concerto sicuramente non si farà,credo che Alex se ne andrà,ok, va bene io allora mi ritiro su in hotel,ciao e ancora grazie.
Salgo su in camera mia e scoppio in lacrime,non è giusto ripeto a me stessa,non è giusto era lì con me perchè proprio in quel momento dovevano portarmelo via,allora me la prendo con Dio ,si con Dio,ero arrabbiatissima e piangevo.Quando ad un tratto mi arriva un sms,lo leggo e c'era scritto:scendi che forse il concerto si farà perchè il tempo è migliorato(era un messaggio da parte del tecnico),mi precipito a scendere mi diriggo verso il palco quando vedo Luca dirigersi verso di me mi prende per mano e dice ma dov'eri?su in hotel rispondo,vieni con me ora...dove??tu tranquilla seguimi..mi stai portando da lui vero?..mi fa passare in mezzo ad una fila di fan,mamma mia sto andando da lui è un miracolo.Eccolo è lui seduto su di un tavolo lunghissimo di legno nel suo camerino,mi vede scende dal tavolo posa la sua meravigliosa chitarra e mi saluta io gli stringo la mano e lo abbraccio,non capivo niente era un sogno,lui mi parlava ed io niente persa nel vuoto,una scema praticamente..mi ha raccontato un pò di se,perchè aveva letto la mia lettera e mi ha parlato di Gallipoli che non è stato mai sotto il porto ma allo stadio con Irene Grandi(come ricordavo io),mi ha detto che adora il pesce specialmente crudo,ma io gli rispondevo sempre di si a qualsiasi cosa,lui sicuramente avrà pensato ma questa non sta bene,è fuori...ero troppo emozionata!!!gli ho chiesto quanto costasse la sua chitarra e lui mi ha detto una cifra in sterline,non ho capito niente.poi è arrivata una sua amica,dai discorsi che hanno fatto ho capito che forse era la sorella di un suo amico d'infanzia,le ha pure detto dove vive ora,vicino ad Ostia diceva,cavolo potevo stare più attenta,uffa.Alex manda Emanuele il bassista a prendere una bottiglia di vino,dà lui 50 euro,intanto Luca aveva portato succo di frutta per me.Dopo un pò arriva Emanuele ed anche le coriste,Alex apre la bottiglia di vino e comincia a servire in bicchieri di plastica,prima a Gabriella Scalise,poi all'altra corista,poi a me poi ai musicisti e infine a lui.Le coriste vanno via,rimango solo io Alex e Luca.(A dimenticavo mentre Alex parlava con la sua amica,mi è arrivato un sms da parte di Manè,che preoccupato mi chiede che fine ho fatto,io velocissimamente gli ho risposto sono nel camerino di Alex,lui come sempre non credendo a niente mi ha scritto così:si,e io sono a letto con Sharon Stone..ok era impossibile che lui credesse a me, fatto sta che il messaggio a data e ora del mio incontro con Alex :-)bensì 12 luglio 2008 ore 22:35.).Mi alzò perchè voglio togliere il disturbo ed Alex mi invita a rimanere dicendomi di non preoccuparmi tanto mancava poco per il concerto,che potevo quindi restare lì senza problemi,mamma un sogno ,stavo vivendo un sogno.Ne approfitto per chiedere ad Alex se il mio prof.di chitarra aveva azzeccato alcuni accordi di solo una volta,lui me li fa vedere ed erano giustissimi,anche se per me molto difficili ma Alex mi ha detto :e tu studia!lo chiamano deve uscire,tocca a lui,lo saluto e va via, va a cantare,io lo seguo.(Avevo visto,Emanuele mettere,il regalino per Alex e la lettera in uno zaino,spero che un giorno mi chiami).
Alex è sul palco,sta cantando,io stavolta sono proprio sotto il palco vicinissima a lui che onore,mi godo lo spettacolo,anche se purtroppo durerà poco,perchè riternerà il mal tempo,infatti Alex molla tutto e stavolta va via veramente,io saluto Luca e Stefano,dicendogli che li avrei raggiunti a Rapallo al 100%.FIne della serata,salgo su in hotel e mi metto a dormire felicissima,ringraziando stavolta Dio!continua...

mercoledì 15 aprile 2009

Preghiera romana

Quante facce da guardare,quante storie da scordare,quanta gente allegra intorno a me,quanta gente muore intorno a me.Quante sigarette accese,quante macchine corrono,quanta terra ancora da bruciare,quanta erba ancora da tagliare...e quanta gente da incontrare,quanti discorsi e il tempo vola e...quanti orizzonti da ammirare,e poi quante volte far l'amore.Quante note ancora da suonare,quante note ancora da scordare.Preghiera romana è un sogno che s'avvera,preghiera romana è un fiore che sboccerà,e quando il mondo sarà tutto unito staremo tutti insieme pe cantà...oh..oh..oh..oh..oh..oh..Quanta gente ancora non lo sa,se vò vivè dentro sta città,sta città...oh..oh..oh..oh..oh..oh..

Alex Britti(1992)

Tutto a un tratto

Lasciami guardare dal buco della porta,si...sto qui a spiare,ma nn lo faccio spesso sai.Ero qui per caso,quando ho pensato che,mo m'abbasso e guardo tutto quello che c'è da vedè.Poi me vien mal de core,guarda che sto a fà,posso sembrà un matto ma nun voglio gurdà.Bella da morire,la vorrei toccare,nnaggia a questa porta che non mi fa passare.Poi ce penso per bene,ma guarda che sto a fà,che se se ne accorge nu me vò chiu parlà.E mò tutto a un tratto voglio scappà!e mò tutto a un tratto voglio scappà!
Stavo fuori al mare a chiedè na cabina,quando se fa bella,se...la pupa s'avvicina,scusa una domanda...ma forse l'altro giorno,stavi di quando... quando?se ma come fà a resiste ancora.E tu damme la mano dai nu fà così, voglio che t'accorgi che sò meglio da qui.E poi tutto a un tratto voglio scappà!e poi tutto a un tratto voglio scappà!e tu damme la mano dai nu fà così,voglio che t'accorgi che sto meglio da qui...e poi tutto a un tratto voglio scappà!ho detto ...e poi tutto a un tratto voglio scappà!e poi tutto a un tratto voglio scappà!se...e poi tutto a un tratto voglio scappa!

Alex Britti(1992)

Sto vicino a te

Dentro i tuoi occhi,chissà che c'è...non sei più la stessa,sei troppo fredda,aspetterò...ti lascio un pò fare.Sto vicino a te, così,e soffro ogni momento,sto vicino a te,e tu come se fosse niente.Vorrei sapere che c'è che non va,non fare più niente per stare con me.Sto per scoppiare e non ce la faccio più!Sto vicino a te così,e soffro ogni momento,sto vicino a te,e tu come se fosse niente.Che fine ha fatto la nostra storia?forse ho sbagliato a non andar via.

Alex Britti(1992)

martedì 14 aprile 2009

Guarda che faccio

In una stanza vuota,sopra un vecchio porto,che non viene mai nessuno quando siamo soli,voglio...sentire il brivido che ci porta via.In un cinema mezzo vuoto,con il solito film,con la maschera che passa ma non può vederci,voglio guardarti mentre diventi mia,ma 15 anni sono troppo pochi!e guarda che faccio,cammino e guardo in aria,guarda che faccio,e faccio finta che va bene così,guarda che faccio...rido,guarda che faccio,e faccio finta che va bene così...e guarda che faccio,faccio finta che...e tutti m'attaccano e dicono è meglio di noo.. oh.Ti sei fatta grande,sei una donna oramai,non sei più una bambina ,che scherza col fuoco,ora...tu cerchi un'anima che non è la mia.E'finita,è finita davvero!ora sto con i piedi per terra e non ho più voglia di avere dentro questa mia pazzia,ora cammino con le scarpe nuove...e guarda che faccio,cammino e guardo in aria,guarda che faccio,e faccio finta che va bene così,guarda che faccio...rido,guarda che faccio,e faccio finta che va bene così,e....guarda che faccio,faccio finta che,e tutti m'attaccano e dicono è meglio di no, di no, di no,ma tutti m'attaccano e dicono,dicono,dicono di no,guarda che faccio,se...e..e... faccio finta,e faccio finta,finta,finta che...faccio finta che,faccio finta che,faccio finta che,guarda che faccio,faccio finta che,se...se...se...faccio finta che,guarda che faccio,e guarda mò che faccio,che faccio finta,che faccio finta che...faccio finta.Guarda un pò che faccio,e guarda che faccio,e guarda che faccio,tu guarda che faccio...oh..oh... guarda che faccio,oh...oh...e guarda che faccio oh...oh...e faccio,faccio,e faccio finta che.

Alex Britti(1992)

lunedì 13 aprile 2009

Così

Cammino con le mani in tasca,passeggio e guardo un pò chi c'è,e poi la voglia di cantare che mi prende per la gola.C'è una ragazza che va via,e a volte lascia senza fiato,ma vado avanti e continuo a cantare un pò stonato,prendo a calci un barattolo e vado a spasso felice,e poi mi lascerò prendere,perchè è cantando che mi viene l'allegria.
E mo che sto a cantà,resto così abbandonato e tu, che stai a sentì dai canta con me,fammi la voce che non c'è.Adesso che cantiamo in due,senti che bella melodia,è meglio stare un pò in campana,sennò è strana l'armonia.E camminiamo da soli,insieme a un sacco di gente,e poi ancora cantare,perchè è cantando che ci viene l'allegria.
E mo stiamo a cantà,e stiamo così,abbandonati e voi state a sentì,cantate con noi,fate la voce che non c'è,na na na na,na na na na,abbandonati e noi,stiamo a cantà,andiamo così senza nesuuno che ci fermerà perchè noi siamo noi...siamo noi!

Alex Britti(1992)

domenica 12 aprile 2009

Tutto per star con te

La vita tante volte è strana,ti lascia credere che puoi fare come vuoi,ma non sei tu a decidere quale strada prendere,tutto per star con te,(na...na...na...na...na...na...).Volevo stare solo e divertirmi un pò,la sera sempre fuori a spasso,ma sono solo chiacchiere perchè sò ancora piangere,tutto per star con te.E poi cambierà il vento,e non piangerò più,e poi respirerò solo meglio di te.E sotto la tua finestra accesa ho voglia di chiamare,pensando al mondo nostro che ora mai non c'è più,e passo le notti sveglio e parlo da solo,non so più cosa fare,ma la notte me lo dirà. E poi cambierà il vento,e non piangerò più,e poi respirerò solo meglio di te...cambierà!E poi cambierà il vento.

Alex Britti(1992)

Mia canzone

Vorrei sapere dov'è che va la musica che suono,forse si ferma a bere,forse non tornerà mai più da me.E camminare lungo il fiume,che l'acqua è nera,ma con te nelle ore che,diventa chiara come il cielo a casa mia. E' che mi sono innamorato di una canzone ,e non so perchè ma io rido e canto così:amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone.
Ora sto...cantando fortissimo!ma poi la notte dormo e quando mi sveglio quattro addobbi e cosi sia.Dimenticare di mangiare perchè sto bene,e non so perchè ma io rido e canto così:amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone.E prendo in giro tutti i miei amici che non mi vogliono ascoltare,ma tanto io non me la prendo mai...canterò!!!Amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la mia canzone,amo te che sei la...,amo te che sei la...,amo te che sei la...
amo te che sei la...

Alex Britti(1992)

Nero

Il cielo non c'è più,com'è stravolto il mondo.S'è fatto tardi ormai,e tu non stai dormendo,stanotte sarai sveglio e parlerai al cuscino,oppure sognerai come stai cambiando.Ti piangono le braccia.Il cielo non c'è più,il sole è andato via,tutto nero...ma conta su d me!anche se è tutto nero,c'è un sorriso per te.Ti chiedo come stai,e non rispondi nemmeno,perchè fai così?tu non sei mica scemo!ma dimmi come fai a non sentire niente,quando resti solo in mezzo a tanta gente?sarà così importante.
Il cielo non c'è più,il sole è andato via,tutto nero,ma conta su di me!...anche se è tutto nero,c'è un sorriso per te.Nero...ma conta su di me!...anche se è tutto nero,c'è un sorriso per te.Anche se è tutto nero,c'è un sorriso per te.

Alex Britti(1992)

Jonni der Kansas city

Jonni der Kansas city,è nato a Roma come me,sempre con la chitarra,lui suona in giro pe campà.Canta le sue canzoni,senza nessuno che lo ascolterà,canta le sue emozioni,pensando che qualcuno capirà.Vive sempre per strada,è come un gatto di città,è il capo del quartiere,ma quando piove dove se ne andrà?
Lui parla con le stelle,una per una se le sta a contà,vorrebbe un'altra pelle,un'altra faccia per ricomincià.Ha fatto il matto per non fà er sordato,ma adesso no...non sa che farà!vuole comprare una chitarra nuova,ma i soldi dove li prenderà?Jonni è matto,Jonni è matto da legar,Jonni è matto,strappa i sogni alla realtà.
Certo la vita è dura, ma c'è qualcuno che t'aiuterà ,capita un'occasione troppo sicura da rifiutar,quando stai senza soldi,c'è solo un modo de ragionar,Roma è una giungla infame,appena nato già devo ammazzar.Ha detto mani in alto e fermi tutti!...ma gli hanno riso in faccia,si,fa notte presto a Regina Coeli,lui magna e beve nu ce sta a pensà.Jonni è matto,Jonni è matto da legar,Jonni è matto,strappa i sogni alla realtà.
E...Roma è una giungla infame appena nato già devo ammazzar,Jonni è matto,Jonni è matto da legar,Jonni è matto,strappa i sogni alla realtà.Jonni der Kansas city,gurda che fine che doveva fà,Jonni è matto...guarda che fine che doveva fà,Jonni è matto...si...oh oh oh Jonni è matto,Jonni è matto...si!

Alex Britti(1992)

giovedì 9 aprile 2009

Ti Amo...

In un certo senso eccomi-in un certo senso so-cosa mi basta per vivere/e ad un tratto invece eccoti-a Scombussolarmi un pò...e poi sei l'unico/...per me-sei la fine del mondo-il mistero e la realtà-un pensiero dolce e profondo-per me sei la fine del mondo-la ricchezza più calda che ho-sei l'amore giù nel profondo- sei la cosa più bella -tra il bello che c'è-e poi ormai sei parte di me/...per me sei la fine del mondo-perchè poi è giusto così-se questa volta andrò fino in fondo...per te Alex!!!
Simona

martedì 7 aprile 2009

Il mio segreto:

Il mio portamento,la mia semplice eleganza,la mia timidezza,quel desiderio irresistibile che ho nell'essere irresistibilmente desiderata!
Simona L.

sabato 4 aprile 2009

Molto bello il tuo blog...discorsi molto intensi,brava,sei profonda come persona.Ho letto il tema sul disagio infantile,molto interessante e ricco di contenuti...10 e lode.
L.

mercoledì 1 aprile 2009

...Bella la tua storia con Alex...scritta molto bene...sei riuscita a trasmettere a chi la legge il tuo amore per la chitarra e per Alex.
Christian C.

sabato 28 marzo 2009

Oggi sono io

E non so perchè quello che ti voglio dire-Poi lo scrivo dentro una canzone-Non so neanche se l'ascolterai -O resterà soltanto un'altra fragile illusione-Se le parole fossero una musica-potrei suonarle ore ed ore,ancora ore -E dirti tutto di me-Ma quando poi ti vedo c'è qualcosa che mi blocca -e non riesco a dirti neanche come stai-Come stai bene con quei pantoloni neri-Come stai bene oggi-Come non vorrei cadere in quei discorsi -Già sentiti mille volte-E rovinare tutto-Come vorrei poter parlare senza preoccuparmi-senza quella sensazione che non mi fa dire -Che mi piaci per davvero-Anche se non te l'ho detto-Perchè è squallido provarci-Solo per portarti a letto-E non me ne frega niente-Se dovrò aspettare ancora-Per parlarti finalmente-Dirti solo una parola-Ma dolce più che posso -Come il mare come il sesso-Finalmente mi presento-E' così,anche questa notte è già finita-E non so ancora dentro come sei-Non so neanche se ti rivedrò-O resterà soltanto un'altra inutile occasione-E domani poi ti rivedo ancora-E
mi piaci per davvero-Anche se non te l'ho detto-Perchè è squallido provarci-Solo per portarti a letto-e non me ne frega niente-Se non è successo ancora-Aspetterò quand'è il momento- E non sarà una volta sola-Ma spero più che posso-Che non sia soltanto sesso-Questa volta lo pretendo-Preferisco stare qui da solo- Che con una finta compagnia-E se davvero prenderò il volo-Aspetterò l' amore e amore sia-E non so se sarai tu davvero-O forse sei solo un illusione- Però stasera mi rilasso, penso a te,E scrivo una canzone-Dolce più che posso- Come il mare come il sesso-Questa volta lo pretendo-Perchè oggi sono io.
Alex Britti

Alex Britti...

E' successo tutto all'improvviso!...
Non ricordo il perchè ne il giorno in cui tu Alex sei entrato a far parte della mia non felice vita.
In macchina,di pomeriggio (in compagnia di amici)ho ascoltato la tua canzone :"Oggi sono io",si trovava su un cd di canzoni miste,ma chissà perchè la tua canzone era la preferita di tutti!...si faceva a gara tra di noi per chi fosse riuscito ad intonare meglio quell'iiiiiiooooooooooo finale.
E'nato tutto in quel momento...da quel giorno qualcosa è cambiato dentro di me!sentivo di dover fare ,ma soprattutto di poter fare qualcosa per cambiare la mia vita.
La mia ricerca iniziò il giorno dopo...una corsa affannata per trovare tutto ciò che avesse a che fare con te...foto,cd originali(tutti!)pazzia???Perchè tutto questo così da un giorno all'altro?Si, mi piacevi anche prima,ma non così...ti guardavo in televisione e pensavo:simpatico quel ragazzo,timido ma simpatico...ed anche carino.
Di cosa parlavo tutto il giorno? qual'era per me l'argomento principalele?Alex Britti!!!
Ricordo ancora la prima foto in bianco e nero che mi hanno regalato,lì fissa sullo specchio...bellissima,tu sei bellissimo!capelli ricci sguardo dolce,labbra stupende,un viso perfetto...completamente stregata.
A te devo tanto!era un periodo buio per me,fatto di sofferenza,tristezza,una sfiorata depressione.
Grazie Alex!!!
Perchè grazie?Facile, tu mi hai guidato verso una strada,una starda questa volta diversa,non più stretta e buia ma larga e piena di luce...quella luce che ha un nome:Chitarra!
La mia prima chitarra che bella!!!e chi l'avrebbe mai detto che io un giorno avrei comprato una chitarra?La prima lezione che bel ricordo!non avevo idea di come si tenesse in mano una chitarra,il prof.infatti se n'è accorto subito,(se ne sarebbe accorto chiunque).
Mamma mia ho pensato é così difficile ?Dio,davvero le dita non sapevo come fare a metterle nella posizione giusta ...meno male che con la ritmica ci sono andata subito d'accordo...poi arpeggi e così via.La prima canzone che ho suonato è stata "il gatto e la volpe"del tuo caro amico(grande artista!!!)Edoardo Bennato che bello qualcosina riuscivo a tirar fuori dalla mia chitarra (una Yamaha classica)con la classica mi avevano detto è più facile cominciare.
Al mio prof.(Enrico Caiffà)devo tanto,è nato per insegnare perchè se ci è riuscito con me...ma lui è stato il primo prof.il secondo in accademia a Lecce un ragazzo di 24 anni Giorgio il suo nome,bravissimo anche lui ,più impostato sul classico però e sinceramente non è proprio il mio genere.E poi Giorgio non pensava altro che a parlare al cell.con la sua ragazza...ma io pagavo cavolo!!!
Allora addio caro Giorgio!!!Decisi di andare in un'altra accademia,(sempre a Lecce).
Accademia Yamaha,il mio terzo prof.FRanco Chirivì,bravissimoooooooo,gentilissimo impostato più su uno stile moderno,mi ha fatto capire qualcosa sul blues,mamma che bello il blues!!!e quando riuscirò mai a suonarlo???Mai dire mai...un giorno chissà...però bisogna studiare,studiare,studiare!
Ora,arrivata a questo punto mancava solo una cosa:vederti dal vivo,vedere un tuo concerto,riuscire a conoscerti perchè no?...Sei pazza dicevano tutti come può una persona come Alex dare retta ad una ragazza come te?Perchè non può? io lo so,lo sento che un giorno lo conoscerò...io lo sogno spesso..so che devo andare,devo partire,sola con i pochi soldi che ho,ma devo andare lo devo conoscere in qualche modo devo ringraziarlo e fargli capire quant' è importante per me.
continua...

giovedì 26 marzo 2009

commento sul mio tema l'handicap...

Mamma mia toccante!!!...gli hai dato un taglio particolare...
Tema superlativo ...esempio dirompente di come da un semplice termine si riesce a ricavare e a collegare tanti argomenti,tanti risvolti,insegnamenti e valori...per una vita che ormai sempre più spesso tende a perdere la sua dimensione reale...
Complimenti Simona baci.
by P C

domenica 22 marzo 2009

consiglio

Ho aggiunto una pagina di you tube,
potete cercare qualsiasi video, però, mi raccomando il migliore rimane sempre e solo lui..ALEX BRITTI!!!

sabato 21 marzo 2009

Per Te!!!

Oggi rivedendoti mi venivano in mente le montagne,che guardandole ancora piene di neve...L'ultima nevicata ha fatto si che quelle vette alte e forti,siano ricoperte da quella soffice e fredda neve.
Dal treno riesco a scorgere un corvo che sembra seguirmi,mi fa compagnia,ecco si allontana di nuovo per ritornare alle sue adorate montagne dove lo aspettano al suo nido.
Intanto io mi allontano sempre piu' da questa terra anche se per poco tempo è stata la mia casa.
Sono nuovamente in cerca di qualcosa o di qualcuno che mi dia la felicità persa,sono stanco,tanto stanco,mi sento come un nomade,sembra che questo treno non abbia stazioni,non abbia un capolinea.
La mia vita nonostante i miei sforzi si alterna ...o tante gallerie sempre piu' buie,nel momento in cui esco da una e intarvedo un pò di sole,ecco ce n'è subito un'altra.
Voglio dormire ma che al mio risveglio sia tutto cambiato!Ora trovo un pò di pace,il sole mi accarezza il viso come la mano tiepida di un bambino o di chi vuole bene,una sensazione oramai vaga nella mia mente.
Ormai siamo in primavera,la natura è in festa,gli alberi sono in fiore,gli uccelli alzano un inno alla vita che sta nascendo e quella che verrà,ecco,di nuovo quel corvo,sono i miei pensieri,è il mio passato dal quale sto cercando di scappare da molto tempo.
Per me questo è l'unico modo per esprimere quello che ho incominciato a provare per te,è difficile esprimere in parole le sensazioni che una persona prova per un'altra,qualcuno le può considerare capricci,qualcuno li considera desideri,altre sentimenti,che rendono le persone stupide ma non sanno che quello è amore.
Spero che il giorno in cui riuscirò a darti questa lettera io sarò già in viaggio,per una terra lontana,ma da dove tutte le sere guardando il cielo stellato potrò scorgere la luna,e pensare a te,ai tuoi capelli mossi da una leggera brezza primaverile,ai tuoi occhi nei quali si può intravedere tristezza,ma allo stesso tempo la luce della vita,e alle tue labbra dove si può sentire la carezza e il calore del raggio del sole che cerca tra i rovi di aprirsi un varco per fare in modo che illumini il buio piu' intenso.
S C
04/02/'05-ore 23:00

Lettera d'amore:Si hai pienamente ragione sono piu' bravo a scrivere che a parlare,come potevo dirti che avevo voglia di baciarti,di sfiorare per un attimo le tue labbra,di accarezzarti il viso,stringerti la mano,appoggiare la mia testa sul tuo cuore.
Ma tutto questo nuovamente svanisce lasciando dentro di me il vuoto,lascio che il mio cuore prenda il sopravvento,il via in una sfrenata pioggia di lacrime che scavano il mio viso.Il mio castello resterà vuoto,non troverò mai la mia principessa.
Tu hai qualcosa di speciale e non ci sarà pittore che potrà dipingere la tua bellezza,scultore la tua sensualità,nè poeta la tua dolcezza.


Vola in alto come un gabbiano,
si'forte come una quercia,
ed'impetuosa come il mare. S C
Io: Sulla tua fronte sorge l'alba e ti ricopre di sinfonie di luce radiosa.
Io: Sulla tua fronte sorge l'alba e ti ricopre di sinfonie di luce radiosa.

lunedì 16 marzo 2009

la vita sognata

per ogni stella che s'è accesa in cielo,- per ogni volta che ti pensero',per ogni strada grande che non porta in nessun posto, -per quello che ho imparato ma non so, /per ogni amico che non e'un amico, -per ogni santo che ringraziero', per ogni stato d' animo che non mi fa dormire,- per quello che stanotte sognero', per tutto il mare che c'abbiamo intorno,- per tutte le montagne e le città, per tutta l'emozione fino al giorno,- che m'hai detto vado via finisce qua,/ per l'amore che viene e che va,- per le cose lasciate a metà,- per la vita che a volte non è- come quella sognata./ per i cornetti alle tre del mattino,-e i cappuccini presi in tanti bar,- per la mia vita adesso e quello che faro' da grande,- per la donna che forse un giorno mi sposerà/e per i vizi e tutte le passioni,- le notti in bianco e i litri di caffè, -per tutti i treni persi e le occasioni,- per tutti gli anni che pensavo a te,/per l'amore che viene e che va,- per il frutto che un giorno darà,- questa vita che a volte non è,- come quella sognata. Alex Britti

"io"....

la sua timidezza è l'arma sua migliore un sorriso per nascondersi e gli occhi per palare...!!!