sabato 7 agosto 2010

I miei temi:

Argomento:L'amicizia,tema di riflessione e motivo di ispirazione poetica nella letteratura e nell'arte.
Amicizia:musica e poesia.
I documenti e i dati forniti da questo saggio breve,sono molto coinvolgenti. Leggendoli e rileggendoli sempre più attentamente,è da notare come tutti gli autori concordano nel sostenere la centralità dell'amicizia nella vita dell'uomo.
La bellissima poesia di Dante,mi induce a perdermi nella lettura,a perdermi nell'immaginario di ciò che egli scrive.
Il desiderio profondo che ha il poeta è quello di non separarsi dai suoi amici,è quello di stare sempre con loro. Egli desidera,sogna di partire con Guido e Lapo,di isolarsi completamente dal resto del mondo,per cercare una vita perfetta,lontano,al riparo da tutte le tempeste della realtà. Il poeta vuole affrontare tutto ciò solo con i suoi due cari amici,perchè essi sono essenziali,anche più di una donna,infatti con questo sonetto fa un vero e proprio omaggio al privilegio dell'amicizia,al desiderio di stare assieme.
Più che desiderio,la volpe protagonista del libro"il piccolo principe",sente invece proprio il bisogno di stare assieme ad un amico,in questo caso proprio il piccolo principe. La volpe sente il bisogno di " creare dei legami",sente la necessità di essere"addomesticata".Ma per lo scrittore,la parola addomesticare,in questo contesto non ha sicuramente il significato di rendere domestico l'animale,ma ha un significato molto più profondo. Indica un rapporto di amore e di amicizia tra i due esseri,i quali proprio da quel legame che si è stabilito,traggono gioia,dolore e ragione di vita.
Incontrandosi la volpe e il piccolo principe hanno appreso ciascuno un'importante verità,per quanto riguarda l'animale la sua natura si trasforma,perchè diventa al primo contatto di un amico,maestro di saggezza. Mentre,il piccolo principe riesce ad apprendere proprio dalla volpe,il vero significato di amicizia.
Una frase mi ha emozionato in particolar modo:il tuo passo mi farà uscire dalla tana,come una musica.
Musica:parola per me magica,che mi provoca sensazioni uniche!...
Suono la chitarra da due anni,essa è per me "un'amica speciale",anche se può sembrare strano,un semplice stumento musicale può farti tanta compagnia,specialmente in quei momenti in cui ti senti sola e abbandonata da tutti. E'proprio in quei momenti che la mia chitarra c'è...e non mi abbandona mai.
E'brutto sentirsi soli,Cicerone dice infatti che nessun uomo ama restare da solo,perchè sente quel bisogno di un qualcosa,quel qualcosa ha un nome:amicizia.
Per il filosofo l'amicizia è un accordo perfetto fra due persone accompagnata da benevolenza e da amore. Senza di essa quindi l'uomo non può stare,non può stare senza un altro al quale confidare i propri sentimenti,le proprie paure,e gioie.
L'uomo se è solo, è destinato a soffrire. La sofferenza fa parte purtroppo di questo mondo,è la vita che ci mette di fronte a situazioni impensabili,ed è proprio in quelle situazioni che a volte si usano parole molto dure,fredde,o profonde,come ad esempio quelle scritte da F.Uhlman nel suo breve racconto"l'amico ritrovato".
Le parole a cui mi riferisco sono:"avrei dato volentieri la vita per un amico",e l'avrei fatto quasi con gioia.
Grande suggestione ho provato leggendo questo brano,anche se l'autore all'inizio dà un'idea romantica,perchè parla dell'amicizia nata fra i banchi di scuola,sicuramente un'amicizia del cuore,quella che porta cioè ad un'intesa magica e perfetta,talmente magica da essere pronti a dare la propria vita per un amico.

Nessun commento:

Posta un commento